Raccontateci un pò di voi: Beatrice e Diana

1234746_636653913024913_1316339855_n

 

 

Qualche giorno fa abbiamo incontrato Beatrice Ruggieri e Diana  Rogge che si stavano preparando per un’uscita di allenamento sul loro Hobie Cat 16 spi e approfittando che ancora non si era alzato il vento, le abbiamo rivolto qualche domanda.

 

 

Ragazze raccontateci un po’ di voi!

B: Ciao sono Beatrice, ho diciotto anni, sono studentessa al liceo scientifico e timoniera Hobie Cat da quattro anni.
D: Ciao sono Diana, ho diciassette anni e studio al liceo scienze umane. Da quattro anni sono prodiera Hobie Cat.
I: Andate in Hobie Cat dallo stesso numero di anni, avete sempre fatto equipaggio insieme?
B: Si, abbiamo iniziato entrambe vela abbastanza tardi, direttamente in catamarano. Un giorno ci siamo ritrovate in barca insieme e, con l’incoraggiamento del nostro allenatore Roberto Rogge, abbiamo deciso di continuare così, nonostante molti fossero scettici a causa delle nostre caratteristiche fisiche. Ormai è un po’ che ci sopportiamo!
I: E che risultati avete ottenuto in questi quattro anni?
D: Siamo state per due anni nella squadra nazionale giovanile e attualmente siamo vicecampionesse italiane under 19. E’ infatti il secondo anno consecutivo che ci classifichiamo seconde under 19 e terze assolute ai campionati nazionali Hobie Cat 16 spi. Non regatiamo, però, solo con il gennaker, ma anche a vele bianche. A giugno infatti abbiamo partecipato al campionato italiano Hobie Cat 16 chiudendo settime assolute e prime femminili.
I: Beatrice, ora che non rientri più nella giovanile, che programmi hai per il futuro?
B: Incerti, quest’anno ho la maturità percui penso di rimanere in 16 e allenarmi per fare bene al prossimo campionato europeo di classe.
I: E tu invece Diana, avendo ancora un altro anno di under 19, hai intensione di provare a concorrere ancora per l’ISAF?
D: Probabilmente, tutto sta nel trovare un timoniere con cui mi trovi bene. Per ora non penso all’ISAF, ma piuttosto al campionato europeo dell’estate prossima al Garda.
I: quindi cosa rappresenta per voi l’Hobie Cat?
D: Per noi l’hobiecat è sicuramente passione e amicizie, non soltanto una qualsiasi imbarcazione; un modo per staccare dalla solita routine.
I: come conciliate questo sport con gli altri impegni obbligatori?
B: organizzazione, tanta organizzazione! All’inizio è stata un po’ dura con studio, amici e attività varie, ma poi ci siamo abituate. Ora è diventato qualcosa di essenziale, per il quale anche qualche sacrificio si fa volentieri.
I: e per chiudere la classica domanda: cosa vi piacerebbe fare da grandi?
D: guarda in realtà non sappiamo neanche che cosa faremo domani, figurati cosa ci piacerebbe fare da grandi! Diciamo che troviamo qualche difficoltà a rispondere a questa domanda. Molto probabilmente dopo il liceo intraprenderemo gli studi universitari; per quanto riguarda la vela professionistica ci speriamo, ma non ci illudiamo, dipende dalle opportunità che ci si presenteranno.
I: Grazie ragazze è stato un piacere.

319847_10150774921007566_1800040121_n  4tdser  jrf  wesed

Spread the word. Share this post!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *