News dalla Flotta 302 – Ecovelaplay 2015 – Le cronache del Grigio 14 Giugno 2015

Trevignano, Centro Velico 3V, ore 9:30, il cielo e tutto nero, a tratti piove e tira un bel vento umido da sud che supera i venti nodi, in acqua solo windsurf che sembrano siluri colorati. Mmhmhmh!!! E’ Fabio il primo che telefona per chiedere: “che si fa? Qui da me piove tanto!!!” gli dico: “Fabio non so?! Potrebbe aprirsi, tu vieni, tanto acqua qui acqua là, ci facciamo una chiacchiera”. Tra me e me penso… ieri per il clinic c’era 1 nodo di vento, oggi per la prima regata dell’anno più di 20! Mi viene in mente il compianto Troisi quando chiedeva se fra un giorno da leone e cento da pecora non se ne potessero fare
una cinquantina da “orsacchiotto”.
IMG_0689
Ma va bene così, alle 11:30 non piove e il vento inizia a scendere un po’, alle 12:00 sono più o meno arrivati tutti e il prato si comincia a tingere dei colori delle vele di hobie cat, qua e la sporadiche e tristi macchie bianche.
Questa la cornice del primo allenamento per la flotta 302 nonché prima regata Ecovelaplay per il trofeo 2015.
Tra le novità più salienti della stagione, a parte il nuovo e colorato hc 16 di Giuliano, ci sono Francesco e Rachele, il loro hc 16 si chiama cat-vik (…e questo non mi dice niente di buono!!!) poi Corrado che è una new entry assoluta. Del “nocciolo duro” ci siamo un po’ tutti; Nicola è il grande assente, ma speriamo solo di questa prima giornata.
Alle 15:00 ci sono ancora una quindicina di nodi di vento e scendiamo in acqua per due prove a bastone, tutti pronti? Via! Come via! La bandiera io non l’ho vista! Mi avvicino al gommone e urlo: ”ma sono partiti?!” Quando taglio la line di partenza il gruppo ha già fatto la virata del primo bordo di bolina, io ho iniziato il primo calendario di santi!!.
IMG_0711
Il Grigio vola e al secondo giro sono nel gruppo, Fabio, Andrea, Corrado in qualche modo mi smarco ma davanti Francesco, Giuliano, e Michele sono imprendibili. Penso che beh! quarto posto con quella partenza sarebbe un miracolo, sto scendendo di lasco difendendomi da Corrado, quando vedo alla boa di poppa Michele che scuffia (magia dei prodiere da meno di 50Kg!!) via via che mi avvicino vedo che stanno armeggiando per raddrizzare la barca, significa che nessuno si è fatto male e il cuore di papà tira un sospiro di sollievo. Sul traguardo chiudo con un inaspettato terzo posto davanti a Corrado per meno di mezza lunghezza.
Seconda prova, seconda partenza, …secondo disastro!!! ma meno del primo.
Cat-vik sempre davanti a seguire Giuliano, Michele e poi gli altri. All’uscita della prima boa di lasco provo la sortita, il vento è un po’ girato e sfilo lungo costa, se mi riesce faccio due virate in meno. Stringo, stringo, la costa si avvicina, l’acqua diventa più marroncina, le onde più alte al ridursi del fondale, ok più vicino di così rischio i timoni.
IMG_0709
Viro e… mancano due lunghezza per prendere la boa!!! (ok, ci abbiamo provato). In avvicinamento vedo un po’ sfuocato, perché sto senza occhiali, che le vele di Giuliano si confondono con il giallo della boa, non capisco, o Giuliano ha deciso di fare qualche posizione yoga con il catamarano oppure… si! Anche lui ha scuffiato e quelli dietro, tanti, tutti a cercare di disimpegnarsi. Cat-vik e Michele già lontani vedono il traguardo, il Grigio segue.
Francesco e Rachele indiscussi primi in entrambe le prove “gongolano”, prima medaglia primi; al collo di una sorridente Luisella( la mia prodiera) la medaglia del secondo posto; certo Michele prima e Giuliano dopo sono stati “sfortunati” ed hanno scuffiato, questo è il gioco. Ma sembra, dico sembra, che anche per il 2015 la regola sia “attenti al Grigio!”.
IMG_0710
Questi i risultati della prima giornata del 2015, a terra per fortuna nulla è cambiato, birra, pizzette applausi e sfotto, quindi: ABBIAMO VINTO TUTTI!!!!.
Ci vediamo il 27 e 28 giugno al Cobra Sail
Have a hobie day
Il Grigio.
IMG_0720

Spread the word. Share this post!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *