News dalla Flotta 302 – Ecovelaplay 2015 – Le cronache del Grigio 12 Luglio 2015

Giornata estiva per questa seconda regata lunga di Ecovelaplay 2015.

Sarebbe bello fare una bella partenza da terra con tutte le vele colorate a decorare la spiaggia, ma ci sono troppi lettini e troppi ex hobie cat, trasformati in zattere prendisole, ormeggiati a pochi metri da riva, quindi partenza da acqua.

Meno male che ho portato il crono padellone. Allo scadere dell’ultimo secondo il Grigio è li, sulla linea di partenza. E’ la seconda volta che succede, vuoi vedere che il trucco per fare delle buone partenze è quello di avere un cronometro che si legge anche senza occhiali!?!?! Sia come sia partenza ok, tutti dietro.

Sono un po’ preoccupato perché anche questa volta sulla line di partenza c’era anche Ciro(il bassotto) e con il quadrupede in giro non puoi mai stare tranquillo, ma al momento i più vicini sono Michele e Giuliano.

Nella scesa di lasco alla boa del golfetto riesco a tenere  ed aumentare la distanza con Giuliano, con Michele è altra storia, è veloce molto veloce, e passa, nel golfetto entra prima lui ma mi sembra troppo sotto costa.

Vorrei dirgli attento Miki (a casa lo chiamo così) che li non c’è vento! Ma non mi sente o, non glielo dico , non ricordo, mi tengo sulla zona più “arieggiata” e arriviamo in boa insieme, io interno, chiedo acqua; non so se per precedenza o per rispetto all’anziano genitore, sto di fatto che allarga la rotta giusto quel tanto che ci serve per girare la boa in parallelo, ma lui sotto vento.

Bolina ben presa, Michele  dietro, dopo aver provato il sorpasso con la forza e senza risultato, decide di prendere una linea più bassa ma più veloce, io controllo adeguando la mia rotta per mantenere il vantaggio. Dietro,  Giuliano segue a diverse lunghezze di distanza, poi il vuoto.

Padre e figlio a battersela per la testa della corsa, dietro il vuoto. Si, mi è piaciuto molto!

Michele vira, controllo per virare anch’io restando sopravvento e sbaglio, troppo presto! Sono sotto vento.

Non c’è perdono, ed in una manciata di minuti mi castiga di brutto, dietro Giuliano ha deciso  per un’altra rotta, degli altri nessuna traccia. Inutile ogni tentativo di riprendere Michele, anche una serie ravvicinata di virate produce l’unico esito di vedere le vele di Giuliano un po’ meno lontane, proseguiamo così verso  la boa  di Vigna di Valle.

Già! La boa di vigna di valle. Ci hanno detto che sarebbe stata nello specchio di acqua antistante il circolo Sabazia (che più o meno sappiamo dov’è?!?!) ce l’hanno descritta come un ciambellone giallo ed arancione con dei gavitelli rossi sopra (non dovrebbe essere difficile da trovare).Vedo Michele da lontano che si avvicina alla zona indicata, lo seguo. Ma che fa!? Torna indietro?!  Allora la boa non è li, cambio di nuovo rotta, lo raggiungo siamo praticamente affiancati, lui è la seconda volta che percorre il tratto di costa tra Bracciano e Vigna di Valle, ad ogni passaggio sempre più vicino alla costa per trovare “sta boa”,  qua e là bagnanti con canoe e materassini.

Siamo ormai alla fine del secondo passaggio sotto costa, della boa nessuna traccia. Intanto vediamo che arrivano anche Giuliano e Ciro (oggi è sul catamarano di Fabio) sto pensando di raggiungerli per dirgli che la boa non c’è e quindi la regata si annulla. No aspetta Ciro abbaia si avvicinano ad una ragazza in canoa con al seguito una ciambella (non un ciambellone) arancione (non gialla e arancione) sopraggiunge  Antonio, il tipo della boa, a bordo di un sup che dice: “quella è la boa! quella!” (gli avevano rubato i gavitelli rossi) sfila Giuliano, Fabio con Francesco e Ciro, io e Michele ci lanciamo per la terza volta  dentro il triangolo delle bermude dei  gavitelli  tra un p..co qui e p..ca la.

Michele riesce a riprendere il primo posto senza tanti complimenti, io mi ritrovo Giuliano sopravvento nella discesa di lasco, scivolata dopo scivolata tra un ondina e l’altra riesco a tenerlo dietro ma per Ciro non c’è niente da fare rimane avanti fino al traguardo.

Conclusioni: una giornata calda d’estate, una regata con boa a sorpresa, un gruppo di amici sui catamarani, medaglie birra e i supplì di Nunzia. Una perfetta giornata Ecovelaplay in perfetto stile Hobie Cat.

Grazie a tutti e attenti a Ciro …. volevo dire “attenti al Grigio”!

il Grigio

IMG_0771 IMG_0775 IMG_0765 IMG_0764

Spread the word. Share this post!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *